Quando c’è la salute, c’è tutto.

possibile negare questo aforisma? possibile rimuovere il dolore? 

No, non vogliamo negare e rimuovere il problema, preferiamo piuttosto creare un contatto profondo con il problema, accoglierlo e conviverci. Stiamo attraversando un periodo difficile, logiche e pratiche svilenti sono il pane dei nostri giorni e riguardano gli affetti, i legami, l’intimità oltre che il lavoro e l’economia. 

Rifiutiamo l’abbrutimento: piuttosto che sprofondare in una spirale depressiva preferiamo affondare sventolando la bandiera della vitalità, dell’arte, della socialità. 

RESISTENZA

Vogliamo aprire il nostro spazio a strategie di sopravvivenza, a incontri, discussioni, sperimentazioni artistiche, creando un’economia della povertà come rifugio temporaneo dalla crescita materiale, dall’informazione estrattiva, dalla comunicazione online.

Obiettivo primavera: 180 giorni di apertura (novembre-maggio), di attività, collaborazione, ricerca comune. Obiettivo primavera in cui speriamo sbocceranno nuove energie e oltre la quale non riusciamo a vedere.

UNA MOSTRA IN DIVENIRE

Un messaggio nella bottiglia lanciato in un mare di cemento, mura e pilastri. In un mare notturno, buio privo di riferimenti siamo in cerca di segni e pensieri da far brillare.

Due piani per mostrare i lavori prodotti durante i 180 giorni di resistenza. Materiali, scenografie e tecnica disponibili per allestire una mostra collettiva, aperta al contributo di tutti i partecipanti.

UN INCONTRO SETTIMANALE

La conoscenza nasce dal sensibile, è ciò che percepiamo con il corpo, la mente non può produrre conoscenza da sola. Crediamo che il contatto tra i corpi sia una terapia per la contemporaneità generatrice di conoscenza e di desiderio. Nel rispetto della sicurezza sanitaria proponiamo un incontro settimanale come spazio resiliente di confronto e produzione artistica.

ORIZZONTE

ARTE: il sensibile, il linguaggio, l’estetica per costruire nuove cosmologie possibili in cui l’essere umano si possa posizionare.

LAVORO: collaborazione e cooperazione piuttosto che competizione. svincolato dall’economia il lavoro è un esercizio comune

ANTIFA: antifascismo, contro ogni tipo di discriminazione, violenza e prevaricazione di un persona sull’altra.

SOLIDALE: principi e flussi economici trasparenti per la solidarietà nella sostenibilità dello spazio

ANTI SPOIL: coltivare la catena umana, le relazioni, il passaparola e disincentivare pratiche social viziate che allontanano la presenza fisica e rovinano l’unicità del momento.

SIMPOSIO

Simposio è un progetto senza scopo di lucro che intende attivare un confronto pubblico sulla contemporaneità e proporre pratiche artistiche, modelli utopici e resilienti.

Simposio agisce nel rispetto delle normative di sicurezza sanitaria, la capienza è limitata, è consigliata la prenotazione.  

E’ possibile comunicare direttamente scrivendo al wathsapp 3476083446

dove: via Giuseppe Libetta 21 – 00154 – Roma

quando: dal 2 novembre 2020 al 2 maggio 2021

Simposio 2018Simposio 2019